Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Val d’Orcia’

da Corriere di Siena 19 Marzo 2016

Clicca sotto per leggere

RipaOrciaMarzo2016

da Corriere di Siena 19 Marzo 2016

Clicca Qui per leggere/stampare in pdf

 

 

Read Full Post »

da Prima pagina online – domenica 20 settembre 2015

DigaRadicofaniTitolo

RADICOFANI – Hanno scelto una location suggestiva. Spettrale. Un ecomostro. Sì, esattamente un ecomostro, uno dei tanti monumenti allo spreco di denaro pubblico. Una mega opera mai portata a compimento… Una incompiuta che è una ferita aperta in una zona patrimonio dell’umanità… Magari lo hanno scelto  senza neanche saperlo. Ma sono lì a migliaia. Dicono 3 mila, da ieri (sabato) e ci rimarranno fino a lunedì mattina. Non per porre l’attenzione su quello scempio, ma per un rave party internazionale. Sono arrivati con tutti i mezzi, in auto, in camper, in moto, molti in taxi da Chiusi, dove erano sbarcati dal treno, senza la minima idea di fosse la diga di San Piero e nemmeno Radicofani, nel cui comune il luogo si trova.

DigaRadicofani2

La zona è “circondata” e sorvegliata dalle forze dell’ordine coordinate dalla questura di Siena. Ma con discrezione.E senza violenza. Solo qualche limitazione all’accesso a strade e campi privati… La maggior parte dei partecipanti è fatta di giovanissimi. Piuttosto tranquilli. Hanno i capelli rasta, sono  vestiti come i rappers o i sans papier, qualcuno ha il cane, ma in tanti hanno il bancomat a portata di mano. Hanno voglia di “evadere” più che di “affossare il sistema”…

Un anno fa, un analogo appuntamento si tenne sempre in Valdorcia, non lontano dalla storica e pluricentenaria Quercia delle Checche che il giorno di ferragosto aveva subito una grave mutilazione… Seguirono polemiche per il lascito di immondizia del Rave. Questa volta, sarà lo stesso. Ci sarà chi protesterà, chi dirà che certi eventi non sono tollerabili in zone delicate come la Valdorcia…

Certo, viene da chiedersi come mai gli organizzatori scelgano luoghi del genere… lontano anche dalle stazioni ferroviarie e poco facilmente raggiungibili, ma viene anche da pensare che un rave party, per quanto “impattante” sia, non sarà mai paragonabile allo scempio di quella diga incompiuta costata centinaia di miliardi di vecchie lire e rimasta lì a futura memoria come simbolo di una stagione di sprechi mai finita… Peggio la diga, che il rave party, di sicuro… (con la speranza che il rave si svolga senza incidenti, senza eccessi, e non ci scappi il morto, come qualche volta purtroppo è capitato).

m.l.

Da :da Prima pagina online – domenica 20 settembre 2015
http://www.primapaginachiusi.it/2015/09/rave-party-allecomostro-3-000-giovani-alla-diga-di-san-piero-valdorcia/

———————————————————————————————————————–

… quattro anni fa…..
da http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=92537

DigaRadicofaniBramerini

Read Full Post »

dal Cittadinoonline 27 Luglio 2015 di Mario Ascheri

3-sant-antimo

SIENA. Come ricordare Sant’Antimo nel momento in cui la comunità religiosa che ha ridato vita al grande complesso dai tempi di monsignor Castellano, indimenticabile arcivescovo di Siena (e mio con-provinciale del Ponente Ligure…), programma una partenza improvvisa e l’abbazia corre il serio rischio di ritornare un puro, grande, ma freddo monumento abbandonato o affidato a religiosi con difficoltà ad inserirsi nel ‘contesto’? C’è da sperare che il Vaticano voglia interessarsi della delicata questione.

Ma intanto ringraziamo i monaci che con il loro duro lavoro in oltre trent’anni hanno ridato lustro a un sito che usciva da un lungo degrado. Si pensi che ancora nel 1870, quando l’abbazia passò sotto l’amministrazione delle belle arti, era una fattoria mezzadrile e la cripta era usata come cantina!

Carlo Magno non fondò l’abbazia, come si dice spesso, ma essa era tanto affermata nell’814 da ricevere larghe donazioni su un’area così ampia da comprendere persino Castiglion della Pescaia, importante non solo per il pesce ma

(altro…)

Read Full Post »

Giovedì 16 Luglio 2015

RipaOrcia1

Nei pressi di Castiglion d’Orcia, in provincia di Siena, vi è un bellissimo e antico borgo fortificato che si affaccia su uno scenario straordinario delle gole dell’Orcia: ma il borgo e’ chiuso ai visitatori, se non su prenotazione e per gruppi, perché il castello di Ripa d’Orcia risulta sbarrato con cancelli, reti e numerosi cartelli di divieto su tutte le strade che ne permettono l’accesso.

Questo borgo è posto in area Unesco, sulla base della norma nazionale sugli edifici notificati, e rappresenta uno dei tanti meravigliosi borghi di cui la Toscana è ricca ma che purtroppo perché ritenuti privati non sono fruibili dai cittadini e dai turisti che però vista l’importanza storica e culturale dovrebbero essere comunque visitabili.

Perché chiudere le visite a questo gioiello?”: questo e’ stato il grido lanciato alla fine della primavera 2015 da un gruppo trekking di Montepulciano ed accolto prontamente dal gruppo

(altro…)

Read Full Post »

dal Corriere di Siena 23/03/2015 di Fabio Pellegrini

PontaccioFrancigenaFoto

Clicca sopra per leggere
PontaccioFrancigenaArticoloDATA

dal Corriere di Siena 23/03/2015 di Fabio Pellegrini

Read Full Post »

Corriere Fiorentino – 1 feb 2015

Castiglione d’Orcia – Siena
In rovina ostello, chiesa e via dei pellegrini dell’anno mille.

FrancigenaAbbandonataSPellegrinoFrancigenaAbbandonataBriccole

FrancigenaAbbandonataCartina

FrancigenaAbbandonataTestoATani

Read Full Post »

da: LA NAZIONE SIENA dom, 16 nov 2014

ValOrcia10Unesco

LA VALDORCIA patrimonio dell’Umanità celebra se stessa festeggiando oggi e domani il decennale dell’iscrizione nella Lista Unesco del patrimonio mondiale, con iniziative promosse dai comuni del Parco Valdorcia (Castiglione, Montalcino, Pienza, Radicofani e San Quirico). Si inizia questa mattina alle 10 con il trekking «Alla scoperta dei paesaggi Unesco», con partenza e ritorno a Bagno Vignoni, seguendo un facile percorso ad anello della lunghezza di sei chilometri, fra acque termali, oliveti, vigneti, parchi e Via Francigena. In caso di maltempo l’iniziativa sarà posticipata a domenica 23 novembre. Sarà possibile visitare gratuitamente i musei di Pienza, Montalcino e di Abbadia San Salvatore . La celebrazione ufficiale del decennale dell’iscrizione si svolgerà domani dalle 9 alle 14,30 a Palazzo Chigi di San Quirico d’Orcia.

da: LA NAZIONE SIENA dom, 16 nov 2014

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: