Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘rischio sismico’

Storia sismica di Siena
[43.321, 11.328]

Numero di eventi: 117

diagramma temporale terremoti Siena

Effetti In occasione del terremoto del:
I[MCS] Data Ax Np Io Mw
NR 1293 03 Pistoia 3 8 5.57 ±0.34
7 1320 12 16 SIENA 1 7 5.14 ±0.34
6-7 1361 12 27 SIENA 1 6-7 4.93 ±0.34
7 1414 08 07 TOSCANA OCC. 8 7-8 5.61 ±0.67
5-6 1420 SIENA 1 5-6 4.51 ±0.34
6-7 1436 03 SIENA 1 6-7 4.93 ±0.34
5 1449 10 16 Asciano 2 6 4.72 ±0.34
NR 1453 09 28 22:45 Firenze 6 7-8 5.30 ±0.71
5-6 1467 08 22 20:20 Siena 1 5-6 4.51 ±0.34
6-7 1467 09 03 Siena 1 6-7 4.93 ±0.34
5-6 1486 09 30 SIENA 1 5-6 4.51 ±0.34
D 1498 04 11 Siena-Pienza 2
6 1530 11 11 SIENA 1 6 4.72 ±0.34
5 1545 11 16 Campagna Sienese 6 7-8 5.35 ±0.34
7 1558 04 13 Val d’Ambra 21 8-9 5.82 ±0.43
5-6 1603 01 25 SIENA 1 5-6 4.51 ±0.34
5-6 1679 03 24 Val d’Orcia 4 5-6 4.51 ±0.34
5-6 1697 09 20 15:50 Siena 2 5-6 4.51 ±0.34
6-7 1697 09 20 16:50 Siena 2 6-7 4.93 ±0.34
6-7 1697 09 30 12:15 Siena 2
6 1697 10 01 Siena 2
6 1697 10 28 01:00 Siena 2
6 1697 12 20 19:45 Siena 2
5 1705 04 14 19:20 Senese 2 4 3.87 ±0.34
5-6 1724 12 11 20:00 TRAVALE 5 7 5.14 ±0.34
5-6 1726 04 19 Monte Oliveto Maggiore 3
F 1737 06 11 00:30 San Casciano Val di Pesa 4 5 4.30 ±0.34
7 1741 10 01 SIENA 1 7 5.14 ±0.34
4 1742 01 27 11:20 Livorno 16 6 4.90 ±0.32
F 1770 12 27 04:00 Valdarno superiore 5 6-7 4.93 ±0.34
6-7 1779 06 26 12:30 Senese 2 5-6 4.51 ±0.34
5 1781 01 03 Monte Oliveto Maggiore 12 7-8 5.11 ±0.44
4-5 1787 10 20 Siena 1 4-5 4.09 ±0.34
4 1789 09 30 10:00 VAL TIBERINA 73 9 5.84 ±0.24
4 1796 02 05 02:00 ARETINO 10 7 5.02 ±0.59
7 1798 05 26 SIENA 15 6 4.74 ±0.68
F 1798 09 08 Val d’Orcia 4
5 1802 10 31 Val d’Orcia 11 7 4.99 ±0.53
F 1804 10 18 20:00 Val d’Elsa 4 6-7 4.93 ±0.34
F 1812 09 11 12:00 Valle del Pesa 13 7-8 5.16 ±0.58
2-3 1843 10 25 03:30 Mugello 17 6-7 5.12 ±0.29
F 1846 08 14 12:00 Toscana settentrionale 122 9 5.91 ±0.13
NF 1849 11 28 18:00 Valle del Taro 7 6 4.72 ±0.34
5 1853 05 17 15:17 Siena 1 5 4.30 ±0.34
F 1853 08 02 VOLTERRANO 6 5-6 4.62 ±0.45
3 1859 01 30 Senese 4 5-6 4.51 ±0.34
6 1859 04 12 03:28 Senese 16 6-7 4.77 ±0.67
6 1859 04 12 13:03 Senese 16 6-7 4.77 ±0.67
5-6 1867 11 01 16:15 Siena 1 5-6 4.51 ±0.34
3-4 1868 06 17 01:50 ARCIDOSSO 3 5-6 4.51 ±0.34
5-6 1869 02 07 04:52 Senese 5 5-6 4.51 ±0.34
6-7 1869 02 07 05:00 Senese 6 6-7 4.86 ±0.67
3 1869 06 25 13:58 Media valle del Reno 18 7-8 5.42 ±0.48
6 1869 09 26 20:45 Valle dell’Elsa 9 6-7 4.94 ±0.77
3 1870 10 30 18:34 Romagna 41 8 5.58 ±0.27
3-4 1871 07 29 20:45 GUARDISTALLO 14 7-8 5.16 ±0.44
4-5 1871 10 22 13:00 Chianti 4 6-7 4.64 ±0.79
4 1873 03 12 20:04 Marche meridionali 196 8 5.95 ±0.10
NF 1874 10 07 IMOLESE 60 7 5.02 ±0.18
2-3 1875 03 17 23:51 Romagna sud-orientale 144 5.93 ±0.16
3 1881 09 28 CESENA 24 6-7 4.82 ±0.27
3 1887 02 23 05:21 Liguria occidentale 1516 6.97 ±0.15
2 1887 11 14 05:48 Fiorentino 101 6 4.54 ±0.13
NF 1889 12 08 APRICENA 122 7 5.69 ±0.13
RS 1894 03 25 LESINA 29 6-7 4.75 ±0.39
RS 1895 03 23 COMACCHIO 37 6 4.74 ±0.31
5 1895 05 18 19:55 Fiorentino 401 8 5.43 ±0.08
3 1895 06 06 00:35 Fiorentino 29
RS 1895 11 01 CASTELPORZIANO 98 6 4.85 ±0.14
NF 1898 01 16 12:10 Romagna settentrionale 73 6-7 4.79 ±0.33
NC 1898 06 27 23:38 RIETI 186 8 5.49 ±0.12
3-4 1902 06 27 16:48 Casentino 21 6 4.63 ±0.46
2 1902 12 17 05:21 SANTA FIORA 30 6-7 4.86 ±0.33
2 1904 06 10 11:15 Frignano 102 6 5.03 ±0.18
F 1904 11 17 05:02 Pistoiese 204 7 5.15 ±0.14
4 1905 02 12 08:28 SANTA FIORA 61 6 4.66 ±0.29
RS 1905 08 25 20:41 SULMONA 39 6 5.16 ±0.26
RS 1905 11 26 06:48 Irpinia 136 7-8 5.21 ±0.13
3-4 1906 04 21 06:35 VAL D’ELSA 50 5-6 4.50 ±0.39
5 1907 12 15 13:06 Radda in Chianti 20 5 4.38 ±0.57
5 1907 12 20 10:29 Radda in Chianti 35 6 4.63 ±0.54
4 1909 01 13 00:45 BASSA PADANA 799 6-7 5.53 ±0.09
6-7 1909 08 25 00:22 MURLO 283 7-8 5.37 ±0.10
2 1911 02 19 07:18 Romagna meridionale 181 7 5.28 ±0.11
6-7 1911 09 13 22:29 Chianti 115 7 5.19 ±0.14
4 1914 10 27 09:22 Garfagnana 618 7 5.76 ±0.09
2 1915 01 13 06:52 Avezzano 1041 11 7.00 ±0.09
5 1916 05 17 12:49 Alto Adriatico 132 5.95 ±0.14
4 1917 04 26 09:35 Valtiberina 134 9-10 5.89 ±0.11
4 1917 12 02 17:39 GALEATA 32 6-7 5.09 ±0.20
3 1918 01 22 19:39 Corazzano 4 5 4.30 ±0.34
5 1918 11 10 15:12 Appennino romagnolo 187 9 5.88 ±0.11
5 1919 06 29 15:06 Mugello 566 10 6.29 ±0.09
2-3 1919 09 10 16:57 PIANCASTAGNAIO 67 7-8 5.32 ±0.18
2-3 1919 10 25 13:51 MONTERCHI 30 6 5.02 ±0.24
5 1920 09 07 05:55 Garfagnana 756 10 6.48 ±0.09
4 1926 01 08 09:14 ABBADIA S. SALVATORE 24 7 4.90 ±0.27
RS 1928 04 21 13:56 MONTALCINO 10 5-6 4.51 ±0.34
2 1929 07 18 21:01 Mugello 56 6-7 5.02 ±0.17
RS 1936 12 09 07:34 CALDAROLA 32 6-7 4.79 ±0.22
RS 1937 12 15 21:25 CAPITANATA 23 4-5 4.62 ±0.26
6-7 1940 01 31 11:00 SIENA 30 5-6 4.50 ±0.22
3 1940 06 19 14:10 RADICOFANI 28 6 4.77 ±0.28
3 1940 10 16 13:17 RADICOFANI 106 7-8 5.26 ±0.14
6-7 1956 02 22 22:55 Senese 29 5-6 4.34 ±0.31
5-6 1962 09 16 14:49 Valle del Greve 19 6 4.64 ±0.32
NF 1976 05 06 20:00 Friuli 770 9-10 6.46 ±0.09
F 1979 09 19 21:35 Valnerina 694 8-9 5.86 ±0.09
3 1980 11 23 18:34 Irpinia-Basilicata 1394 10 6.89 ±0.09
2 1983 11 09 16:29 Parmense 850 6-7 5.06 ±0.09
NF 1984 04 29 05:02 GUBBIO/VALFABBRICA 709 7 5.65 ±0.09
NF 1984 05 11 10:41 Appennino abruzzese 342 5.50 ±0.09
4 1997 09 26 00:33 Appennino umbro-marchigiano 760 5.70 ±0.09
4 1997 09 26 09:40 Appennino umbro-marchigiano 869 8-9 6.01 ±0.09
NF 1998 03 26 16:26 Appennino umbro-marchigiano 408 6 5.29 ±0.09
3-4 2001 11 26 00:56 Casentino 213 5-6 4.72 ±0.09
2-3 2003 09 14 21:42 Appennino bolognese 133 6 5.29 ±0.09


[download]

Reperimento dati a cura di Roberto Fortini
Annunci

Read Full Post »

La scorsa notte è passata tranquilla, così come il resto della giornata di ieri

Le scosse sono diminuite, sia come intensità che come frequenza, lasciando tranquillo il territorio anche per periodi di qualche ora consecutiva.

Ecco il riassunto delle ultime 24 ore fonte : http://cnt.rm.ingv.it/

20141221 aggiornamento intensita scosse

a cura di Roberto Fortini

 

Read Full Post »

 

Per restare in tema, quasi uno scoop storico, sul sito http://www.ugis.it si poteva leggere questa interessantissima nota storica:

Al tenpo de tremuoti

descrizione di un sisma di oltre cinque secoli fa,  di G.B.

“Al tenpo de tremuoti”. Comincia così il commento a questa Tavoletta di Biccherna. I terremoti cui fa riferimento sono quelli avvenuti in Siena ai primi di gennaio del 1466. Furono di una discreta intensità, se i campanili delle chiese oscillarono al punto da far rintoccare le campane. Addirittura, narra un cronista, oscillò anche la Torre del Mangia, la torre del palazzo pubblico, e si udirono i rintocchi di “Sunto”, cioè del “campanone” di bronzo del peso di alcune tonnellate, situato alla sommità.

Il territorio della provincia di Siena presenta alcune caratteristiche particolari. Una zona è di origine vulcanica; un’altra presenta caratteristiche carsiche. C’è addirittura un torrente, lo Staggia, che si ingrotta e riaffiora più volte. Insomma un territorio ideale per l’attività sismica. Per fortuna che la città è poggiata su un immenso banco di tufo che fa da ammortizzatore. I terremoti di Siena, fanno un gran rumore – dicono in città – perché il sottosuolo è pieno di gallerie naturali che fanno da amplificatore sonoro – ma pochi danni. Al massimo cade qualche comignolo. Ma quella volta non fu così. Scrive un cronista dell’epoca “…cominciarono i tremuoti in Siena, e seguitando, ognuno faceva gli alloggiamenti per le piazze. E durarono tanto li detti tremuoti che per li disagi si colse molte infermità, e morirono molte persone da bene”.

Perché accade spesso che gli sciami sismici durino diverse settimane e che il sisma abbia una dinamica da manuale: scossa di avvertimento, scossa principale, svariate repliche di parì intensità. Infine, un numero infinito di scosse di assestamento. Anche se a Siena è tradizione non aver paura dei terremoti, perché non fanno gran danno, quando parte uno sciame che si protrae un po’ troppo nel tempo, la gente finisce per avere i nervi a fior di pelle. Non c’è da stupirsi se in quel lontano 1466, i senesi offrirono le chiavi della città alla Madonna del Voto, un’immagine sacra conservata nella cattedrale, alla quale la città è dedicata.

Non resta che dire che le “Tavolette di Biccherna “, conservate presso l’Archivio di Stato di Siena, altro non sono che le copertine in legno dei libri delle entrate, delle uscite e delle gabelle della Repubblica di Siena. Come nei moderni settimanali in rotocalco, su queste copertine in legno, era raffigurato, con un dipinto ad olio, il fatto principale avvenuto nello stato senese durante l’anno. Spesso le tavolette venivano commissione ad artisti di una certa notorietà, come Ambrogio Lorenzetti, Taddeo di Bartolo, Sano di Pietro, Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta, Domenico Beccafumi. Quella che riproduciano è di Francesco di Giorgio Martini, un pittore non molto noto, (spesso confuso con il più autorevole Simone Martini, vissuto oltre un secolo prima) che si impose per quel suo stile schematico e lineare che sembra imitare il Lorenzetti del “Buon governo”. 

Read Full Post »

Anche la notte appena trascorsa si è contraddistinta da una nutrita schiera di scosse

ecco di seguito la tabella dettagliata della sequenza di scosse di magnitudo superiore a 2.0 della scala Richter far tempo dalle ore 20:00 di ieri sera 19.12 sino a stamani

20141220 aggiornamento intensita scosse

 

Read Full Post »

Aggiornamento blog sullo specifico tema a cura di Roberto Fortini

Nuovo comunicato dell’INGV.  Ecco la mappa aggiornata delle scosse

aggiornamento INGV delle ore 19

Al momento (ore 18.00) sono più di 130 i terremoti avvenuti in questa zona da ieri (18 dicembre), tutti di magnitudo minore di 3.0, tranne i 7 elencati in tabella:

tabella19.12.14ore17

per saperne di più:

http://ingvterremoti.wordpress.com/2014/12/19/terremoti-in-provincia-di-firenze-aggiornamento-e-approfondimento/

 

Read Full Post »

Le scosse continuano crescere di numero, con una sequenza temporale serrata; la maggior parte sono rilevabili solo a livello strumentale, anche se non mancano situazioni in cui le scosse sono state nettamente avvertite dalla popolazione.

Spiegare cosa stia accadendo è cosa da ‘addetti ai lavori’, ed ovviamente non ci compete.

Come Italia Nostra possiamo però ‘raccontare’ cosa sia già accaduto in passato, per cercare di contestualizzare gli eventi anche alla luce dei più recenti studi.

Potenzialità sismica della Toscana e definizione di criteri di piorità per interventi di prevenzione

 

clicca qua per conoscere la potenzialita sismica della toscana area chianti, valdelsa e montagnola senese

Dalla analisi dei più importanti terremoti occorsi in area nel corso degli ultimi 1000 anni si desume che la nostra zona è stata interessata da importanti fenomeni sismici.

tabella terremoti in zona siena

Per saperne di più, consultare anche :

Terremoto nel Senese – la storia del nostro territorio ci racconta ….

La nostra storia ci racconta che una forte scossa di terremoto alle ore 13.10 del 26 Maggio del 1798 provocò alcune vittime e numerosi danneggiamenti agli edifici della città, incluso il Duomo. L’evento fu così importante che nel 1798 saltò anche il Palio di Luglio. Tratta da: Memorie di Palio a cavallo di tre secoli di […]

Read Full Post »

Il nostro amato territorio è uno scrigno di fragili tesori, costantemente minacciati dall’incuria scellerata dell’uomo, ma anche da una natura non sempre benigna.  In queste ore molti si stanno chiedendo quanto siamo a rischio. Proviamo a fare un serio punto sull’argomento Sinistra: Dall’anno 0 all’anno 2002 (Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, versione 2004 CPTI04, Gruppo di […]

Read Full Post »

La notizia, di fonte ANSA, lascia spazio a pochi dubbi; secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 9,6 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Buonconvento, Monteroni D’Arbia, Murlo. Fortunatamente non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose. (fonte […]

Read Full Post »

Il Terremoto in Emilia e il Fracking , post di Elena Dorizzi

Da: Elena Odorizzi <arthea@elenafrascaodorizzi.it> Date: 05 giugno 2012 15:10 Oggetto: Il Terremoto in Emilia e il Fracking Carissimi, ho letto che in Emilia ci sarebbe una Multinazionale che vuole estrarre gas dal sottosuolo con incalcolabili rischi. Queste cose già accadono in America dove il trivellamento dei pozzi di stoccaggio è sotto accusa per i terremoti nelle stesse zone […]
Read Full Post »

a cura di Roberto Fortini

 

Read Full Post »

terremoto a siena - scossa massima

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: