Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘monticiano’

da La Nazione 3 Giugno 2015

Salvare la bellezza a suon di musica Tour di concerti nei luoghi d’arte
E’ partito il progetto del cantautore senese Nicola Costanti

Clicca sotto per leggere

SalvareBellezzaMusica

da La Nazione 3 Giugno 2015

Annunci

Read Full Post »

SienaFree.it – Mercoledì 25 Febbraio 2015 18:34

SalviamoAbbaziaSGalgano

La millenaria Abbazia a cielo aperto di San Galgano (Chiusdino-Siena), un gioiello unico nella campagna senese, deve difendersi dal progetto per la realizzazione, nelle immediate vicinanze, (nel comune di Monticiano) di una centrale a biomasse. Per fermare il progetto e salvare questo importante monumento, meta di un incessante flusso turistico, sono state fatte petizioni popolari, ricorsi al Tar e mobilitazioni varie.
Adesso a difesa dell’Abbazia arriva anche la canzone “Dichiaro Le Latrine Patrimonio dell’Unesco”, del cantautore Nicola Costanti, due volte premiato al Tenco. Si tratta di un brano provocatorio, corrosivo, ferocemente ironico. “Ho avuto la fortuna di suonare in questa Abbazia ed è stato amore a prima vista. È un luogo speciale, carico di suggestioni, uno scrigno di bellezza e di memoria. Si parla tanto di Pil e di debito pubblico – aggiunge Costanti – ma non tuteliamo adeguatamente ciò che potrebbe risolvere anche molti problemi economici. Con la cultura si mangia eccome. Basterebbe valorizzare e non mortificare il nostro immenso patrimonio artistico e trasformarlo in una risorsa-industria”.
Una canzone, quella di Costanti, per parlare della bellezza insultata, sfregiata, abbandonata. La bellezza da salvare: dalla stupidità, dalla miopia, dalla cementificazione selvaggia, dalla speculazione edilizia, dagli attacchi a cui, paradossalmente, viene sottoposta in un Paese che ha nel patrimonio artistico la sua più grande ricchezza.
“Con la canzone, come del resto con  il videoclip che abbiamo girato, ho voluto mettere in evidenza i controsensi e il rapporto strano che la classe politica ha con il Patrimonio Artistico: i nostri politici da una parte fanno a gara nel fare dichiarazioni di sensibilità verso la bellezza e dall’altra permettono operazioni di sfregio verso  la stessa. L’ironia è la miglior chiave di lettura per raccontare tutto questo. Mi appello al buonsenso e alla sensibilità delle parti in causa affinché individuino, per la centrale a biomasse prevista nelle vicinanze di San Galgano, una localizzazione alternativa che non offenda e  il nostro patrimonio. Se continuiamo ad accostare ciminiere a luoghi d’arte va a finire che un giorno qualcuno si alzerà e dichiarerà le latrine patrimonio dell’Unesco”.
Videoclip Salviamo l’Abbazia di San Galgano dalla centrale biomasse:
https://www.youtube.com/watch?v=HPORZt-Qy1Q

SienaFree.it – Mercoledì 25 Febbraio 2015 18:34

Read Full Post »

Riceviamo e pubblichiamo dal nostro socio di Monticiano, Sig. Vittorio Cambria :

Ecco l’articolo che ho scritto come commento al pezzo del Fatto Quotidiano riguardo alla centrale di Monticiano.

Trovo positivo che ci si mobiliti per salvaguardare monumenti importanti come l’Abazia di San Galgano e che maturi la consapevolezza che queste vestigia non solo siano importanti per la nostra identità culturale, ma che possano anche incrementare una risorsa quale quella del turismo sostenibile. sgalganoRimango perplesso però su alcuni aspetti quali ad esempio il fatto che nessuno abbia aperto bocca quando c’era da scongiurare quell’orribile parco fotovoltaico a bella vista sulla collina antistante, molto più devastante di qualsiasi ciminiera più o meno nascosta o che a tutt’oggi esistano cavi elettrici brutalmente assemblati sulla facciata o sul viale d’accesso, o peggio ancora che il sito UFFICIALE dell’importante vestigia storica sia sotto il nome di “PROLOCO DI CHIUSDINO”, particolare antitetico alla vocazione di un luogo in attesa di essere nominato” patrimonio dell’umanità” proprio dell’UNESCO. Comunque dell’operazione è sicuramente meritoria la Sindaco di Chiusdino nella veste di Luciana Bartaletti, la stessa che quando era alla guida dell’Unione dei Comuni del Merse non ha assolutamente preso in considerazione qualsiasi forma di salvaguardia di una vestigia altrettanto importante come appunto il complesso della cinta muraria delle Terme di Petriolo, sempre sul territorio di sua competenza, ma con la colpa di ricadere su un comune differente da quello di Chiusdino.
Forse qualcuno sarà sobbalzato di fronte al paragone da me appena fatto, ma non credo che il più importante centro termale del medioevo costruito tra il 1300 ed il 1400 che vanta clienti famosi quali Papa Pio II, i Gonzaga e che trova menzione nelle Novelle del Boccaccio e negli scritti di Cecco Angiolieri e di Folgore da San Gimignano, sia molto da meno dell’Abazia di San Galgano nella lista dei beni che meritano e necessitano di tutela.La finisco qui pregando la paziente platea di far si che la parola o meglio ancora, il concetto di “turismo”, non venga utilizzato per logiche e dinamiche ad esso totalmente estranee . Tra le foto allegate oltre a curiosi particolari dell’Abazia, c’è anche una foto aerea che esalta la cinta muraria delle Terme di Petriolo, sublime esempio di oblio culturale e politico.

Read Full Post »

Biomasse a Monticiano. Renovo: “Benefici per il territorio”
Adgedit software – corrierenazionale.it |
Continuano le preoccupazioni dei cittadini. Intervista a Stefano Arvati, Presidente di Renovo.

Monticiano (Siena). Il progetto di impianto a biomasse della Renovo Energy SPA a Monticiano al
confine con il comune di Chiusdino e relativa Abbazia di San Galgano, continua a far discutere. Il
Sindaco della cittadina, Sandra Becucci, ribadisce che non c’è nessun caso Monticiano, mentre il
Comitato “Ambiente e Salute” di Monticiano ha raccolto numerosissime firme per contestare il
progetto e continua a chiedere spiegazioni. Stefano Arvati, Presidente della Renovo Energy, in
questa intervista, risponde ad alcune domande.
Sul sito della Renovo si legge che: “ RENOVO S.p.A. nasce nel 2007 in seno alla
holdingfinanziaria Fingest S.p.A., che fa capo alla famigliamantovana Arvati,con l’obiettivo di
sviluppare progetti diproduzione di ENERGIA da fonti rinnovabili (FER) checoncorrano al
raggiungimento degli obiettivi nazionali esovranazionali di riduzione di CO2e rendano praticabile
unosviluppo locale che sia ambientalmente e paesaggisticamente sostenibile”.
Tra i partners di Renovo: “ il Gruppo Cooperativo Cgm, Legambiente, think tank come Symbola –
Fondazione per le Qualità Italiane, SDA Bocconi, Politecnico di Milano e Università della Tuscia,
consorzi nazionali come Rilegno e CONAI, partner tecnici come AT Ambiente e Dante. O. Benini
& Partners” (altro…)

Read Full Post »

NO_MonticianoBiomasseCentrale_Adobe ImmagineImmagine

Read Full Post »

Snap_2013.01.17 17.40.39_007clicca per leggere : decreto geotermia casole

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: