Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘monteriggioni’

MontereggioniPorta

Sabato 10 ottobre allo Slow Travel Fest di Monteriggioni si sono svolti Gli Stati Generali della Via Francigena. Un’interessante piattaforma di approfondimenti storici, paesaggistici, turistici ed economici sull’antica via romana che, attraversando quattro paesi europei, unisce nel suo viaggio differenti identità storiche e culturali. Agli Stati Generali tutti erano presenti: viandanti, operatori di accoglienza, associazioni, tour operator, guide, istituzioni e Italia Nostra Siena perché la Via Francigena, come cammino culturale, è la Via di tutti. E’ percorsa da pellegrini animati da spirito religioso ma anche da laici alla ricerca di un’esperienza di vita. La diversificazione della sua identità impone quindi una peculiare filosofia di turismo, ossia quello della qualità e della conservazione delle molteplici espressioni artistiche che il percorso racchiude. Camminare sulla Via Francigena è una ricerca interiore, è un percorso mirato al benessere fisico e spirituale, è una strada verso la salvezza dalla quotidianità.

In questi ultimi anni grazie al sostegno economico e culturale della Regione Toscana, la gestione dell’antica Via Romana nella nostra provincia è riuscita ad essere un modello di eccellenza nella valorizzazione dell’intero percorso: buona sentieristica, idonea segnaletica, ricerca della messa in sicurezza, guide qualificate, valente accoglienza ma adesso per continuare il potenziamento del percorso è necessario un ulteriore e necessario sforzo: coniugare il lavoro delle istituzioni con quello dei privati. Solo così l’occasione di avere la Via Francigena si può trasformare in un risultato positivo per il territorio. Le parole d’ordine uscite dagli Stati generali sono state: rete ed armonia. Il lavoro congiunto tra le Regioni, le Province , i Comuni con il Ministero e con le imprese locali che lavorano nell’accoglienza e nel turismo potranno consentire l’aumento del valore economico ed artistico ambientale della Via Francigena e potranno contrastare la trasformazione del percorso in una via commerciale con turismo di massa. Italia Nostra Sezione Siena condivide la scelta politico economica intrapresa dalla Regione Toscana ma porrà la sua costante attenzione alla salvaguardia dello straordinario patrimonio culturale e paesaggistico che circonda la Via nel tratto di Siena e Provincia.

Con questo spirito Italia Nostra Siena accoglie la scelta annunciata dall’Assessore al Turismo del Comune di Siena, Sonia Pallai di cambiare rotta rispetto al passato scegliendo una politica di sviluppo intelligente del cammino anche nel centro storico della città ed è fiera nel condividere la proposta annunciata dall’On. Susanna Cenni di candidare la Via Francigena a bene dell’Umanità.

Italia Nostra Siena però continuerà il suo lavoro di vigilanza puntando gli occhi per evitare errori come quelli compiuti nel passato anche a Palazzo Diavoli. La Via Francigena deve mantenere la sua identità “culturale” e non “turistica” affinché il cammino possa consentire di viaggiare verso la libertà.

Articolo di Catia Buiarelli – Italia Nostra Siena

MonteriggioniPapaveri

Read Full Post »

Qui News Valdelsa  19 Luglio 2015
(clicca sotto per leggere)ArticoloBuferaMonteriggioni

Qui News Valdelsa  19 Luglio 2015

Read Full Post »

da QuiNeswValdelsa 11 maggio 2015

Originale idea del Movimenti 5 Stelle di Monteriggioni: scatti contro l’abitudine all’incuria

FotoConcorsoMontereggioni_2MONTERIGGIONI — Prendendo spunto da una frase di una celebre fotografa che dice “ci sono cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate”, un gruppo di cittadini di Monteriggioni ha organizzato un particolare concorso, il cui intento è quello di utilizzare l’arte della fotografia contro l’assuefazione al degrado. A chi ha la fortuna di nascere e abitare in terra di Siena, può accadere di abituarsi alle bellezze naturali e architettoniche che circondano abitualmente, ma come ci si abitua alla bellezza, si corre il rischio di abituarsi anche al degrado e all’incuria. La spazzatura lungo le strade, gli interventi edilizi orribili, cartelli segnaletici e pubblicitari onnipresenti, ormai non ci indignano più perché ci siamo assuefatti al brutto come al bello. Lo scopo di questo “concorso” è quello di usare la forza creativa della fotografia per rompere questo stato latente d’indifferenza verso il degrado e il brutto che spesso ci circonda, nonostante le bellezze uniche della nostra terra.

Le modalità del concorso sono consultabili nella pagina Facebook raggiungibile dal sito FB del gruppo Movimento 5 Stelle di Monteriggioni, che ha ideato e organizzato l’evento.

da QuiNeswValdelsa 11 maggio 2015

https://www.facebook.com/events/856518401086668/?ref=1&feed_story_type=117

Read Full Post »

da il Cittadinoonline 05/02/2015

AbusiEdiliziMontereggioni2015SIENA. La questione degli abusi edilizi verificatisi, secondo le inchieste della Polizia Giudiziaria, nel Comune di Monteriggioni all’epoca in cui era sindaco Bruno Valentini, sta diventando sempre più complessa e spinosa, come è risultato anche nell’udienza del Tribunale del Riesame del 3 febbraio, nella quale sono stati presentati nuovi documenti da parte dei tecnici.
Il sindaco di Siena continua a dirsi tranquillo, affermando che tali vicende non coinvolgono la politica, ma la sua difesa è debolissima perché gli strumenti urbanistici di un Comune sono anche risultato di una decisione politica e comunque sono sottoposti alla vigilanza del potere politico, proprio per far sì che non vengano favoriti questo o quel costruttore che vorrebbero edificare in violazione dei vincoli paesaggistici. Se lui non era a conoscenza che 22 TU del Regolamento Urbanistico potevano essere irregolari, allora che ruolo avevano il sindaco e l’assessore all’Urbanistica: se non li avevano ispirati, li avevano almeno letti? Avevano capito che c’era qualcosa che non andava?
Ma i sigilli posti ai cantieri per la realizzazione di 23 appartamenti nella strada di Montarioso, proprio dietro il Seminario, e la misteriosa scomparsa di un documento importante come il Piano Strutturale che dovrebbe essere stato approvato dal Consiglio Comunale, così come il Regolamento Urbanistico e il Regolamento Edilizio, sono fatti gravissimi. Se non sono stati ancora approvati, come potevano essere realizzati? Se invece sono stati approvati, dovevano essere trasmessi alla Regione Toscana e allora perché non cercare lì la copia? La situazione è veramente troppo ingarbugliata ed è chiaro che non solo non sembra sia stata rispettata la legge, ma chi doveva sorvegliare non lo ha fatto, o lo ha fatto male, venendo meno ad un proprio preciso dovere. Le delibere sono firmate dal sindaco o dall’assessore all’Urbanistica, non solo da un funzionario!
Già ad ottobre in risposta ad un’interrogazione in Consiglio Comunale, il sindaco aveva proceduto con una discutibile risposta, accusando la stampa di strumentalizzazione e prevedendo un rapido sgonfiarsi della vicenda; oggi invece si complica sempre di più e la responsabilità di fronte ad una città come Siena imporrebbe al sindaco un atteggiamento molto diverso, ispirato alla trasparenza e a fugare ogni dubbio sul rispetto di leggi e regolamenti.

Ernesto Campanini, capogruppo consiliare “Sinistra per Siena, RC, SsM”Circolo Città Domani

da il Cittadinoonline 05/02/2015

Read Full Post »

Ashampoo_Snap_2014.10.14_22h42m04s_009_

Read Full Post »

Di seguito pubblichiamo 5 commenti postati sul tema del SoftAir sulla Montagnola Senese pervenuti nei giorni scorsi da Panda, minired@interfree.it 22/03/2010 at 14:47:35 , Tiziana, tizianasev@libero.it 23/03/2010 at 17:08:41, Luca Faleri, 4gatti.eu, luca@4gatti.eu 25/03/2010 at 23:40:51, Panda, minired@interfree.it, 26/03/2010 at 11:31:05Riccardo, caluso16@virgilio.it 29/03/2010 at 15:55:52

(altro…)

Read Full Post »

Con questo post è intenzione della nostra Associazione limitare, almeno per il momento, la discussione su questa problematica, al fine di non monopolizzare lo spazio da destinare ad altre e ben più gravi emergenze ambientali.  Riteniamo giusto chiudere con una rassegna delle opinioni da più parti espresse nei confronti dell’opportunità o meno di effettuare raduni di questo tipo in una zona tutelata. Pubblichiamo le risposte di ‘Panda’, ‘Alessandro Arrigoni’, ‘Frank’, ‘Serena’.  Da questo momento in poi eventuali risposte o contributi saranno pubblicati non più come veri e proipri post, ma soltanto – come è giusto sia – come ‘commenti’ in risposta ai singoli post pubblicati sinora

Panda scrive il :  22/03/2010 at 14:47:35 minired@interfree.it in risposta a: Soft Air a Monteriggioni – Lettera Aperta a “Frank”

Desidero porre un commento, sopratutto vorrei protestare per aver accostato ad una sigla come Soft-Air Mania ( SAM) una simbologia fascita come Squadre di Azione Mussolini. Nessun giocatore di softair si è mai legato a simbologie legate alla dittatura fascista.   Mi si permetta una nota storica : fu Benito Mussolini a sciegliere il colore nero ed il teschio a imitazione degli Arditi della Prima Guerra Mondiale.   Lasciatemi dire che un atteggiamento del genere io lo trovo quanto meno fazioso e totalmente fuori luogo.  Ho altresì notato come si stia avviando un tentativo di legare uno sport ( o hobby , o quant’altro si possa definire…) ad una ideologia da parte del redattore di Italia nostra. Sappia il sopradetto che ci sono moltissimi gruppi di Soft-air con nomi che iniziano o contengono la parola “Spetnatz” e gruppi di fan che hanno come scopo il “ricreare” più fedelmente possibile equipaggiamenti e materiali dell’Armata Rossa .  Non credo che a costoro, come chiunque altro farebbe piacere essere legati a “qualcosa di ideologico” .  Fra parentesi del teschio nero se ne fregiavano i pirati settecenteschi , le brigate repubblicane della guerra civile spagnola ,i sommergibilisti inglesi nella seconda guerra mondiale e d il gruppo OMON Russo.  Vogliamo provare a informarci?

Su wikipedia si parla di softair da molto tempo e con molto più distacco che in queste pagine.

Saluti

 seguono i commenti di ‘Alessandro Arrigoni’, ‘Frank’, ‘Serena’. (altro…)

Read Full Post »

Un giocatore di Soft-Air

Riceviamo e pubblichiamo la risposta di Scilla Sonnino a Marco Nuzzo, nella speranza che possa contribuire al chiarimento delle rispettive e lecite posizioni

Gentile Signor Nuzzo, leggendo la sua lettera, sono andata a rileggere la mia, per vedere se era vero che io l’avevo duramente attaccata a livello mediatico. Anche rileggendo la lettera, non mi sembra di aver attaccato duramente VOI. Scrivevo, non a caso, ai nostri Amministratori (a livello Comunale, Provinciale e Regionale), perché era DA ESSI che veniva l’errore (forse anche dal proprietario del fondo, ma ammettiamo che lui non lo sapesse, e che mettesse il suo fondo a disposizione inconsapevole che il suo terreno è nel SIR-SIC e che questo gli dà dei vincoli in più, oltre a garantirgli un plusvalore).

Ero (e sono tuttora) stupita del fatto che i Carabinieri che concedevano il permesso e l’impiegato comunale che metteva il comunicato sul sito (e poi l’impiegato che mi ha risposto il 16, in veci del Sindaco, poi il Sindaco stesso, in data 18), che tutti questi, dicevo, non fossero a conoscenza dell’esistenza di una vasta zona di SIR-SIC nella Montagnola Senese, della Direttiva Habitat, e del fatto che ogni attività che POTREBBE (e sottolineo POTREBBE soltanto) mettere a rischio gli habitat protetti in quel SIR e le specie a rischio in quel SIR, HA L’OBBLIGO DI ESSERE SOTTOPOSTO A VALUTAZIONE DI INCIDENZA. [vedi ulteriore risposta http://www.casolenostra.org/index.php?/archives/1725-Lobiezione-Riguarda-Solo-il-Sito,-non-lo-Sport.html – Nota di Italia Nostra]

E inoltre, cosa che non è stata rilevata affatto nella mia lettera, oltre al LUOGO è anche il MOMENTO che è totalmente sbagliato. Siamo non solo in pieno periodo di nidificazione, ma anche usciamo da un inverno rigidissimo, con nevicate anomale, che hanno messo in ginocchio la fauna.

Mi spiace che i mezzi di informazione si stufino presto degli argomenti (o forse qualcuno è stato messo a tacere dall’alto?) perché in lettere successive chiarivo che non ce l’avevo con voi, ma ce l’avrei avuta allo stesso modo con qualunque altra manifestazione sportiva, che potesse ledere fauna, flora e habitat in questa stagione. Purtroppo questo è il mio lavoro: mi occupo di fauna e di habitat, e le assicuro che da quando ho iniziato a studiarli, sia specie che habitat si sono fortemente ridotti, quando non estinti. Perciò, purtroppo, a margine del mio lavoro, devo perdere il mio tempo in attività di “difesa” di ciò che studio (e amo); attività che non spetterebbe a me, ma a chi ci governa. E certo non solo da attività sportive, ma anche da molte altre attività (taglio del bosco, edificazioni abusive, cave, aeroporti, ecc….).

Quindi, caro Signor Nuzzo, credo che una semplice telefonata non sarebbe bastata, perché a seguito di essa voi magari avreste spostato l’evento, ma ciò non avrebbe impedito ai nostri amministratori di ripetere l’errore domani o dopo-domani con altre iniziative improprie. Magari, dopo tutto questo polverone, essi staranno un po’ più attenti a dare permessi senza fondamento all’interno di aree sensibili.

O magari, no?

Buon lavoro anche a voi e, senza polemica alcuna, buon divertimento,

Scilla Sonnino

Read Full Post »

Giocatore di Soft Air in assetto di gara

La guerra simulata che si svolgerà nei boschi della Montagnola il 28.03 prossimo ha suscitato notevoli polemiche; lo stesso blog di Italia Nostra (Siena) ha avuto un picco anomalo di visite, del tutto eccezionale.  Torniamo ancora sull’argomento in maniera irrituale: sono arrivati alcuni commenti ai post pubblicati nei giorni scorsi che riteniamo meritevoli di non essere relegati al semplice ruolo di commento (cosa che essi effettivamente sono), ma ai quali intendiamo dare particolare importanza, elevandoli al rango di post veri e propri, in nome della trasparenza e della democrazia.  Come più sotto scrive Fabio (raptor1000@email.it ) “In un paese democratico e libero, ogni cittadino dovrebbe avere libertà di parola ed espressione. Cerchiamo di utilizzare questi strumenti per come sono nati.”  Ed ecco infatti come Italia Nostra rende piena visibilità alle posizioni degli amanti del SoftAir (‘Max’, ‘Uno degli amici di rambo’, ‘Fabio’ e ‘Mauro Girotti’) (altro…)

Read Full Post »

La guerra simulata che si svolgerà nei boschi della Montagnola il 28.03 prossimo ha suscitato notevoli polemiche; lo stesso blog di Italia Nostra (Siena) ha avuto un picco anomalo di visite, del tutto eccezionale

Per questo motivo torniamo sull’argomento utilizzando una procedura irrituale; sono arrivati dei commenti ai post pubblicati nei giorni scorsi che riteniamo meritevoli di non essere relegati al ruolo originale di commento, ma ai quali intendiamo dare particolare importanza, elevandoli al rango di post veri e propri. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: