Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘difesa degli alberi’

PER LEGGERE IL DOSSIER  CLICCA QUI

Read Full Post »

La Sezione Intercomunale di Italia Nostra di Grosseto prende atto con piacere della volontà  congiunta della Provincia di Grosseto e del Comune di Roccastrada di . Il Presidente Marras in persona si è preso il lodevole impegno di cambiare direzione nella politica di gestione delle alberature pubbliche,che finora venivano liquidate con la motosega selvaggia. Adesso, invece, un esperto procederà alla valutazione, albero per albero, delle reali condizioni di rischio, ricorrendo all’abbattimento solo come ultima misura estrema.
Non ci resta che accogliere positivamente tale decisione, auspicando che tutti i comuni della nostra provincia seguano l’esempio virtuoso, almeno in questo campo, del comune di Roccastrada.

Il Presidente della Sezione di Grosseto  Scola Michele

Read Full Post »

Read Full Post »

La Presidente di Italia Nostra di Siena, Lucilla Tozzi, ai piedi di una grande quercia tagliata in Via di Marciano a Siena

Scrive Ermentini:

“Caro Beppe, ho avuto la sfortuna di essere il perito di parte in alcune cause tra vicini di casa. Tutte le volte si trattava di alberi che danno fastidio. La storia è sempre la stessa. Si inizia con piccole minacce: caro vicino, non è giunta l’ora di tagliare il suo albero? Guardi: è storto, fa un’ombra eccessiva e poi d’autunno tutte quelle foglie. Di notte mi sveglio e ho paura che, se viene un temporale, l’albero mi casca in testa e rovina la mia villetta. Si decida: lo tagli una volta per tutte se no le mando una raccomandata dal mio avvocato. Si finisce poi davanti al giudice e, sempre, decide che l’albero è pericoloso e deve essere tagliato, nonostante sia sanissimo.
Non c’è niente da fare, in Italia tutti odiano gli alberi. E’ un vecchio discorso. Ho riflettuto e la conclusione è questa: l’odio è derivato dal fatto che l’albero non rende e provoca un sacco di problemi. A tagliarlo, viceversa, rende subito: lo vendono o lo bruciano. E lascia libero il terreno, naturalmente. Ma la verità più profonda, caro Beppe, è un’altra: l’albero fa rabbia perché sta li e non lavora. Mi puoi spiegare perché gli italiani odiano gli alberi?

Marco Ermentini , studio@ermentini.it”

Risponde Beppe Severgnini:

Caro Marco, diagnosi esatta: l’albero non rende, perciò viene guardato con sospetto (da vicini litigiosi, da costruttori ingordi, da contadini preoccupati dall’ombra sul raccolto). (altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: