Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘crete’

Italia Nostra Siena: “non possiamo che riaffermare che si tratta di 70 ettari delle crete senesi, che interessano non solo i senesi, ma rivestono importanza nazionale e mondiale  (patrimonio dell’umanità), e sono state immortalate da Ambrogio Lorenzetti nell’affresco del Buon Governo, e che esistono aree industriali abbandonate che potrebbero essere recuperate per questo uso.”

da Corriere di Siena 29/08/2015

MarsonCittadellaSportAgosto2015_R

In risposta a
(clicca sotto per leggere)

Nuovo_LaCittellaDelloSport_24 Agosto 2015-1

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Una bellissima immagine tratta dal sito "Le Crete senesi tra Poesia e Romanticismo" - un click per collegarsi al sito

Testo:

Il comitato “Vivere le Crete” è nato per tutelare la salute dei cittadini e per salvaguardare, difendere e promuovere il territorio delle Crete Senesi in comune di Asciano e dintorni.
Il comitato, apartitico, è nato perché i cittadini sono insoddisfatti di come il nostro territorio, uno dei più belli del mondo, venga attualmente gestito da chi ha il compito di farlo; e con la presente intendiamo rispondere agli articoli a firma del Sindaco di Asciano e dell’Assessore all’Ambiente recentemente pubblicati sulla stampa locale.
Non è assolutamente vero che il Comune non può fare niente per evitare gli spandimenti di fanghi di depurazione; diciamo piuttosto che ha adottato una delibera utilizzando uno strumento inadeguato, alla quale se vuole può rimediare: e il Sindaco lo sa bene.
L’assessore all’Ambiente, che era presente a tutti i sopralluoghi fatti per il rilascio dell’autorizzazione (è scritto sull’autorizzazione stessa), e i funzionari dell’Amministrazione, perché non hanno pensato allora a suggerire al Sindaco uno strumento più legittimo per bloccare lo scempio in atto, in piena stagione turistica? Perché il Comune si è inizialmente limitato a dare un “parere contrario non motivato”, come si legge sempre nell’autorizzazione? Perché vicino a quella fossa maleodorante e piena di insetti non abbiamo mai visto né il Sindaco né l’Assessore, a fronte di una petizione con 171 firme nella quale si chiedeva un’ordinanza per bloccare gli spandimenti a tutela della nostra salute?
Se quindi da un lato il Comune sostiene di avere fatto i controlli, rilevato e denunciato le irregolarità, e di essere stato vicino ai cittadini, come dice l’Assessore, noi dall’altro lato chiediamo al Sindaco di dimostrarlo fino in fondo, nella sua veste di prima autorità locale oltreché di responsabile della salute pubblica, e di costituirsi quindi parte civile nel processo penale in fase di istruttoria.
Fortunatamente nel frattempo è intervenuta la Procura della Repubblica; siamo fiduciosi nella giustizia, che darà risposta a molti interrogativi, e chiediamo al Sindaco un pubblico incontro per chiarire tutte le ombre intorno a questa vicenda, e per capire come si intenda procedere in futuro.
Perché esistono tanti altri gravi problemi: la discarica di Torre a Castello non doveva essere chiusa entro il 31.12.2009? E la centrale di compostaggio di Pian delle Cortine perché puzza tanto? E perché di sera l’aria è irrespirabile vicino alla fornace dell’Arbia? Che ce ne facciamo di avere l’insegna “territorio denuclearizzato”, quando siamo circondati dai rifiuti e dai cattivi odori?
E’ infine nostro dovere, e intendiamo farlo anche pubblicamente, ringraziare l’associazione Italia Nostra – Sezione di Siena, e la Lega Nord Toscana di Siena, entrambi ci sono stati vicini e si sono adoperati al nostro fianco, sul campo, per cercare di far cessare questo indicibile disagio; che poi la Lega Nord lo possa aver fatto per ragioni politiche è anche normale, visto che è un partito: ma perché non lo hanno fatto anche gli altri partiti, visto che l’ambiente è un bene di tutti?
Il comitato “Vivere le Crete”.

Read Full Post »

LA PRESIDENTE DI ITALIA NOSTRA DI SIENA, LUCILLA TOZZI, RICOSTRUISCE LA VICENDA DELLO SPANDIMENTO DI FANGHI DI DEPURATORI NELLE CRETE SENESI INIZIATA LA SCORSA ESTATE 

Clicca per Ingrandire - nella foto : 2 agenti del Corpo Forestale dello Stato di Siena in azione sul luogo del sequestro

 

La Provincia di Siena, con determinazioni dirigenziali dell’8 agosto 2008 e successivamente del 17 marzo 2009, ha approvato spandimenti di fanghi di depurazione in terreni agricoli situati nel comune di Asciano, a ridosso del comprensorio delle Crete denominate “di Camposodo e di Leonina”, descritte nel PIT della Regione Toscana come “riferite al SIR 90”, e indicate nella Deliberazione della Giunta Regionale 644/2004 come meritevoli delle “Principali misure di Conservazione”, misure poi rafforzate in relazione alla Zona di Protezione Speciale di cui alla Delibera della Giunta Regionale 454/2008, che riguarda soprattutto la protezione dell’Habitat secondo le norme dettate dalla Comunità europea. Nel medesimo Quadro Conoscitivo del PIT (Ambito n.33 Area Senese), si invitano anche i Comuni, per quanto di loro competenza, ad assumere  le “ Principali Misure di Conservazione” relativamente ad ambedue le deliberazioni regionali. 

L’11 giugno 2009, veniva iniziato in località Mezzavia (300 metri in linea d’aria dal Castello di Leonina) uno spandimento di fanghi  provenienti da 33 depuratori di diverse città, quali Roma, Firenze, Grosseto, Livorno, Sarzana, La Spezia eccetera, e la stessa Siena; essendo il materiale allo stato liquido, le esalazioni rendevano impossibile agli abitanti rimanere nelle loro abitazioni, e anzi alcune persone dovevano ricorrere al Pronto Soccorso. A seguito di questi fatti, e dopo alcuni sopraluoghi della Forestale,  il 16 giugno, lo spandimento veniva bloccato, e il cantiere interessato,  che si trovava in prossimità delle case e anche nelle immediate vicinanze di un corso d’acqua, veniva posto sotto sequestro dalla Magistratura. Lo stesso giorno, alcuni abitanti di Mezzavia consegnavano al Sindaco di Asciano una petizione con 171 firme di persone che chiedevano la cessazione dello spandimento e una ispezione sul luogo interessato.  

Il 3 luglio 2009, veniva costituito, e regolarmente registrato, un Comitato spontaneo che si chiama “Vivere le Crete” e si propone la salvaguardia, la difesa e la promozione del territorio delle Crete di Asciano; tale Comitato ha deciso di costituirsi Parte Civile nel procedimento Penale avviato dalla Procura del Tribunale di Siena, e chiede a  Italia Nostra, nella sua qualità di storico difensore del patrimonio culturale e naturale della Nazione, di costituirsi anch’essa Parte Civile. 

La Sezione di Siena non può che essere pienamente favorevole a tale Costituzione. 

Per conoscenza, riferiamo anche i seguenti fatti: 

il 17 luglio u.s., il Consiglio Comunale di Asciano ha approvato una delibera che stabiliva che non dovesse essere più permesso lo spandimento dei fanghi di depurazione nel territorio del Comune, vocato al turismo e all’agricoltura di qualità; 

il 17 settembre u.s., l’assessore all’Ambiente della Provincia di Siena ha annullato le proprie deliberazioni dirigenziali del 2008, per le motivazioni addotte dalla Delibera comunale sopracitata; 

il 3 novembre u.s., contro le delibere della Provincia e del Comune di Asciano, è stato inoltrato ricorso al TAR Toscana, con istanza di sospensiva, da parte dell’Amministratore delegato della Società FinAgri, titolare dello spandimento, e del proprietario del terreno su cui i fanghi dovevano essere spanti ; 

 il 19 novembre veniva discussa a Firenze, presso la terza Camera di Consiglio del TAR Toscana , l’istanza di sospensiva, con esito favorevole per la FinAgri e per il proprietario del terreno. 

Siena 13 dicembre 2009                                                    

Italia Nostra sezione di Siena 

La presidente Lucilla Tozzi

Read Full Post »

Clicca per Ingrandire - nella foto : 2 agenti del Corpo Forestale dello Stato di Siena in azione sul luogo del sequestro

Nell'immagine : 2 agenti del Corpo Forestale dello Stato di Siena in azione sul luogo del sequestro

Riceviamo e pubblichiamo la seguente mail indirizzata alla Presidente della Sezione senese di Italia Nostra, pervenutaci dal Sig. Giovanni Pecchioli. La mail è in relazione alle note vicende relative allo spargimento di fanghi nell’area delle Crete senesi [n.d.I.N.]

“Eegregia Signora
proprio trent’anni fa, all’esame di maturità, commentavo la famosa frase di Goya ” Il sonno della ragione genera mostri”.

Mi sono affannato per ore, ma senza cogliere il problema principale : la frase è sbagliata. Infatti il sonno della ragione genera certini, il sonno della morale genera mostri.

Certamente, la sua ragione doveva sonnecchiare profondamente quando ha scritto quel commento sullo spandimento dei fanghi nelle crete senesi ( di cui io sono il responsabile ) perchè senza nulla chiedere ai diretti interessati, senza informarsi sulla normativa sia europea,che statale, che regionale, che provinciale, Lei si è autonominata censore di quel tipo di attività, trovando in se stessa verità inconfutabili ( ma sul posto c’è stata? ha davvero riscontrato miasmi e insetti morsicatori ? o Le hanno raccontato tutto ? ) .

Peccato, forse avremmo potuto parlare, spiegare, cercare di capire.

Peccato tanto più perchè Lei rappresenta una nobile Istituzione, che davanti a questi problemi ( secondo me ) farebbe meglio a ragionare piuttosto che a cercare di farsi pubblicità.
Ha fatto un bel temino, gentile signora, peccato che non abbia capito il senso.

Giovanni Pecchioli

Read Full Post »

Clicca sui singoli articoli per leggere il pezzo giornalistico

Clicca sui singoli articoli per leggere il pezzo giornalistico

Fanghi nelle Crete  

Confermato il sequestro

“NAZIONE SIENA” del 24/07/2009 – Pag. 5
Argomento: Ambiente e territorio

“Fanghi di Asciano Il sindaco è in ritardo”

“CORRIERE SIENA” del 21/07/2009 – Pag. 13
Argomento: Ambiente e territorio

 

“I fanghi da agricoltura rispettano salute e igiene”

“CORRIERE SIENA” del 19/07/2009 – Pag. 14
Argomento: Ambiente e territorio

Read Full Post »

Clicca per Ingrandire - nella foto : 2 agenti del Corpo Forestale dello Stato di Siena in azione sul luogo del sequestro

Clicca per Ingrandire - nella foto : 2 agenti del Corpo Forestale dello Stato di Siena in azione sul luogo del sequestro

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: