Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘casole’

da STAMP Toscana 12 Ottobre 2015  di Stefania Valbonesi
cartina-geotermia-300x213

Radicondoli (Siena) – Giungere a Radicondoli (provincia di Siena) è già di per se’ un’esperienza. Mistica, se vogliamo. Perché tutto quello che colpisce gli occhi, le orecchie, il gusto, l’olfatto, è così splendido da far venire a chiunque quella malinconia che solo la bellezza, quella vera senza aggettivi, fa venire. Ebbene, fra poco, se qualcuno non interverrà, se la Regione non ritratterà su alcune scelte già compiute, se la protesta della popolazione verrà tenuta in dispregio, se un’economia rispettosa del territorio e di grande fascino che sta portando occupazione e risollevando un intero territorio verrà ritenuta di poco conto e sacrificabile, se tutto questo avverrà, nell’Alta Val di Cecina, fra un filare di cipressi e uno di ulivi, si incardineranno le “torri” di svariate centrali. E, a Radicondoli, incombe anche il progetto “Lucignano”, vale a dire una delle 10 centrali “pilota” previste sul territorio nazionale.

Perché? Ecco qua: se andrà avanti ciò che è ormai atteso, fra Radicondoli, Montecastelli Pisano, Colle Val d’Elsa e Castelnuovo Val di Cecina sorgeranno torri e tubi.  Infatti, l’area è ricompresa nel progetto “Mensano”. In quest’area specifica sono stati richiesti i permessi di ricerca di risorse geotermiche per tre pozzi esplorativi: il pozzo TM1 in località Tesoro (Radicondoli, Siena), il pozzo TM2 nel podere Love, Casole d’Elsa, e, più lontano ma sempre nell’area Mensano, il pozzo TM3 in località Pignano, Volterra (Pisa). Non solo. Mentre si procede con i metodi tradizionali di richiesta di permessi per la ricerca e pozzi di “sondaggio” per scoprire e sfruttare eventuali risorse, fra Radicondoli e il corso d’acqua Lucignano, insiste il progetto pilota chiamato appunto “progetto Lucignano”.

………

– See more at: http://www.stamptoscana.it/articolo/ambiente/geotermia-e-centrali-se-lenergia-impatta-il-brand-toscana#sthash.c0D6YIJa.dpuf

da STAMP Toscana 12 Ottobre 2015  di Stefania Valbonesi

geotermia

Read Full Post »

Dal Corriere di Siena 13 Ottobre 2015

LeVigneOtobre2015

LeVigneAbbattimentoPrescizione

15-10-13 corriere1

15-10-13 corriere2

Dal Corriere di Siena 13 Ottobre 2015
http://corrieredisiena.corr.it/news/home/199355/Abusi-edilizi–prescrizione–ma.html

Read Full Post »

03 Ottobre 2015

A Casole d’Elsa continua la commedia sulla demolizione dell’abuso edilizio “Le Vigne” . Tutto rimandato al 9 ottobre p.v. – Cittadini “onesti” abbiate fiducia, nonostante le rassicurazioni che ci vogliono dare, se qualcuno pensa di rimandare per NON fare si sbaglia di grosso!

OrdinLeVigneVilla

ComuneLeVigne

Alcuni precedenti articoli sull’argomento:

Casole d’Elsa – AGGIORNAMENTO DEMOLIZIONE LE VIGNE……….

Lottizzazione Le Vigne – Casole d’Elsa: quando la demolizione?

Read Full Post »

da Il CittadinoOnLine 29/11/2014

ReferendumCasolePii

Lettera aperta al sindaco di Casole sul referendum

ORVIETO. Egregio dottor Piero Pii, ho accolto con piacere la notizia che l’amministrazione comunale di Casole D’Elsa, in collaborazione con le associazioni ambientaliste presenti sul territorio, tra cui il Comitato Difensori della Toscana aderente alla nostra Rete Nazionale, stia svolgendo una consultazione popolare-che si concluderà domenica 30 novembre p.v.- in cui viene chiesto ai cittadini di esprimere il proprio parere in merito alla realizzazione di impianti di geotermia industriale sul territorio comunale di Casole d’Elsa, presentato dalla Magma Energy Italia.

Per la prima volta, a livello nazionale, viene chiesto ai cittadini di un comune, finito nelle mire degli speculatori della geotermia, di pronunciare una volontà per quanto riguarda il futuro del proprio territorio. Territorio che, come da Lei sostenuto in più occasioni, con la realizzazione di centrali geotermiche rischierebbe di compromettere irrimediabilmente la propria vera ricchezza: l’integrità del paesaggio e la bellezza del territorio di Casole D’Elsa, risorse uniche, che sono state in grado di sostenere, nel corso degli anni, una fiorente economia diffusa.

Sono sicuro che i cittadini di Casole D’Elsa sapranno fare sentire con forza la loro voce per opporsi all’ennesima aggressione perpetrata dagli speculatori della geotermia.

In caso di vittoria del No alla geotermia proporrei all’amministrazione da Lei rappresentata di dichiarare Casole d’Elsa: primo comune italiano “De-geotermizzato”.

Mi è gradita l’occasione per distintamente salutarla.

Vittorio Fagioli, portavoce della “Rete Nazionale NO Geotermia Elettrica Speculativa e Inquinante”

da Il CittadinoOnLine 29/11/2014

Read Full Post »

Salviamo l’area naturalistica che circonda il Masso delle Fanciulle, nella Riserva Naturale di Berignone, compresa tra i comuni di Pomarance, Volterra e Casole d’Elsa. Uno dei luoghi più suggestivi e incontaminati di tutta la Toscana.

Per firmare la petizione: http://chn.ge/1rvhrn1

Per saperne di più: http://italianostrafirenze.wordpress.com/2014/05/03/salviamo-dalle-perforazioni-il-masso-delle-fanciulle/

Read Full Post »

Image

...SORPRESA:

Il Comune di Casole concede l’utilizzo del centro congressi alla Magma per il 7 marzo (vedi allegato).
Questo il testo della delibera di Giunta del 17 febbraio:

  “Premesso che la società Magma Energy Italia Srl intende organizzare a Casole d’Elsa un seminario sull’Energia Geotermica al quale prenderanno parte professori di diverse Università Italiane ed esperti nel settore.

Vista  la nota pervenuta in data 08/02/2014 Prot.n.1077 dalla Sig.ra Maura Borri della Magma Energy Italia Srl, depositata agli atti di questi uffici comunali, nella quale si richiede l’utilizzo della sala del Centro Congressi, in Via Casolani n.32 a Casole d’Elsa per il giorno di venerdì 7 marzo dalle ore 16.00 alle ore 20.00 al fine di poter svolgere la sopra citata iniziativa.”

Noi cittadini non siamo stati invitati e non siamo stati informati nè dalla Magma nè dal Comune… come mai?
Eppure il sindaco il 3.02 annunciava sul sito web del comune il ricorso al TAR.
Il Comune ha ricevuto richiesta del locale in data 8.02.2014
… perchè il sindaco durante il consiglio comunale a Monteguidi del 15.02, dove il tema principale era proprio la geotermia, non ha detto nulla di questa “sospetta” iniziativa della Magma?
Come comitato non abbiamo avuto il tempo di poterci organizzare invitando esperti indipendenti.
Sappiamo purtroppo che quando vengono organizzati questi “seminari” in modo unilaterale e senza contraddittorio, nei giorni successivi appaiono articoli di stampo propagandistico in cui vengono incensate le aziende protagoniste e le varie personalità “amiche” che in queste occasioni se la possono cantare e suonare tra di loro.
Prepariamo domande scomode!

il Comitato difensori della Toscana  difensoridellatoscana@gmail.com

Read Full Post »

Chissà se i faraonici piani di cementificazione che da decenni caratterizzano la visione politico ambientale -ed in particolare quella urbanistica- del Sindaco Piero Pii hanno correttamente valutato sia la crescita esponenziale dei consumi di una popolazione sempre più esigente in termini di risorse idriche , sia la variazione climatica che riduce costantemente l’apporto di piogge nel semestre caldo?  

Nel frattempo,  e con apprezzabile lungimiranza, la variante Pii-Blanco al Piano Strutturale  prevede sempre più  nuove costruzioni……

Comunque il Sindaco Pii , anche se non dovesse avere qualche valida soluzione in testa, sembra che abbia almeno un  buon Santo a cui votarsi; nel sito  web del Comune di Casole vi si può leggere, infatti,  che “il Palio di Casole d’Elsa si corre in onore di San Isidoro” e che “per  voce di popolo si  ricorreva a lui per protezione e guarigioni, ma soprattutto per ottenere la pioggia durante i frequenti e terribili periodi di siccità.”  (RoF)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: